Ragionamento

Il ragionamento è considerato la facoltà che consente agli esseri umani di risolvere problemi, trarre conclusioni e imparare consapevolmente dai fatti, stabilendo connessioni di causa ed effetto e connessioni logiche necessarie tra tutte le azioni o pensieri.

Ciò significa che il ragionamento è inerente a ogni essere umano e che ogni individuo lo gestisce secondo le proprie capacità mentali e condizioni fisiche, quindi si considera la possibilità di ampliarlo, se si seguono pratiche o allenamenti appropriati, come lo sviluppo di esercizi o test correlati.

Sulla base delle valutazioni precedenti, troviamo diversi tipi di classificazioni date al ragionamento, a seconda del punto di vista di chi lo analizza e dello scopo che persegue con la sua particolare diversificazione.

In generale, si potrebbe dire che il ragionamento è raggruppato in:
1- Induttivo e deduttivo
2- Logico e matematico
3- Verbale
4- Astratto (non verbale)


Ragionamento Induttivo

Il ragionamento induttivo è un tipo di argomento iniziale che identifica modelli di comportamento o esperienze, che sono considerati veri, da cui si trae una conclusione generale.

Il ragionamento induttivo può anche essere usato per fare previsioni.

Ragionamento Deduttivo

Il ragionamento deduttivo è un tipo di argomento in cui una premessa generale porta a una conclusione specifica.

In alcune classificazioni, il ragionamento induttivo e deduttivo sono considerati come uno, sebbene si sostenga che quelli deduttivi siano semplici verità che devono essere raggiunte senza molto sforzo.

All'interno del ragionamento deduttivo troviamo i sillogismi.

Ragionamento Logico e Matematico

Il ragionamento logico matematico è l'abilità mentale relativa al pensiero astratto e al modo in cui vengono visti i numeri o le quantità rappresentate e la capacità di eseguire operazioni con essi. In questo ragionamento si individuano gli elementi, si ricerca il modo in cui si relazionano e si chiude il pensiero con l'operazione corrispondente tra di essi, che sarà la conclusione o la risposta alle affermazioni proposte.

Ragionamento Verbale

È la disciplina che consente a chi parla di fare un uso appropriato dei linguaggi che usa e la corretta elaborazione delle informazioni che riceve. Così, non solo impara a usare la sua lingua in modo corretto e fluente, ma facilita anche l'attività scientifica con maggiore solvibilità intellettuale. Per questo motivo il ragionamento verbale è chiamato anche attitudine verbale, perché la sua essenza implica lo sviluppo di quelle capacità naturali che ogni essere umano possiede.

Ragionamento Astratto

I test psico-tecnici del ragionamento astratto valutano la capacità o l'attitudine a risolvere problemi logici, deducendo determinate conseguenze della situazione posta. Cioè, cercano di scoprire la capacità di ragionamento e analisi, fattori mentali entrambi molto legati all'intelligenza generale. Il ragionamento è una delle principali attitudini mentali, cioè una delle componenti dell'intelligenza generale.

Il ragionamento astratto costituisce il ragionamento non verbale, fondamentalmente raggruppato in ragionamento induttivo, ragionamento spaziale, ragionamento logico e ragionamento diagrammatico.

Il ragionamento astratto, insieme al ragionamento verbale, sono gli ingredienti delle abilità cognitive.



Vari Esercizi di Ragionamento

Di Omar Castaño P. ©

Abbiamo trascurato questi semplici esercizi molte volte, solo perché non li capiamo.

Prendi in considerazione che...

Per trovare rapidamente la risposta, è IMPORTANTE analizzare ciascun elemento separatamente e allo stesso tempo, come parte di un gruppo.

Qualsiasi esercizio sul ragionamento segue uno schema:
Nel caso dei numeri, assemblano il loro chiave usando operazioni matematiche. Ad esempio, una serie può essere formata con numeri pari; un altro può aggiungere o sottrarre un importo per ottenere la tabella successiva. Viene anche usata la combinazione di operazioni in una serie di numeri, come moltiplicare il primo elemento e poi dividersi nel secondo e così via.
Quando le figure geometriche vengono utilizzate nei test sul ragionamento, creano il loro modello di lavoro cambiando colori, posizioni o forme. Quando diverse figure vanno in una scatola, possono seguire la propria mossa o cambiare la loro funzione a seconda di un'altra figura.

Quindi, ogni serie segue il proprio schema.

Esercizio 1 (Con un singolo elemento)

Per iniziare a capirli, ecco un piccolo esempio:

Sostituire la scatola con i punti interrogativi (???) da uno dei tre sul lato destro (a, b, c).

Analizzalo:
Nel primo quadrato, la freccia punta all'angolo in basso a destra;

nel secondo riquadro, la freccia punta a quella in basso a sinistra;

nella terza casella, la freccia punta all'angolo in alto a sinistra.

Possiamo concludere che la freccia gira in senso orario da un angolo all'altro.

ex 1

Pertanto, la casella con i punti interrogativi verrà modificata da quella indicata con la lettera "c": la freccia indica l'angolo in alto a destra.

Esercizio 2 (Due elementi)

Abbiamo usato due elementi diversi: una freccia e una stella.

La stella:

Nella prima casella, la stella è in alto a destra.

Nella seconda, la stella è in basso a sinistra.

Nel terzo riquadro, la stella è di nuovo in alto a destra.

Quindi, nella quarta casella, la stella sarà di nuovo in basso a sinistra.

Ora, la freccia:

Nel primo quadrato, la freccia punta verso il centro-destra.

Nella seconda, la freccia punta verso l'angolo in basso a destra.

Nel terzo riquadro, punta verso il lato centrale.

Quindi, nella quarta casella, la freccia punta verso l'angolo in basso a sinistra.

ex 2

La risposta è quella indicata dalla lettera "a".



Utilizziamo i nostri cookie propri e di terze parti per statistiche e pubblicità personalizzata.
Se continui a navigare, supponiamo che accetti il suo utilizzo. X +Info